06-12-2013

La cometa di Natale

Venerdì 6 dicembre 2013, ore 21
Fondazione Ferrero, Alba


Mario Di Martino è astronomo presso l’Osservatorio Astrofisico di Torino. Il suo principale campo di ricerca è lo studio di asteroidi e comete. Ha organizzato spedizioni scientifiche dedicate allo studio e alla ricerca di crateri da impatto di asteroidi, prima nella regione di Tunguska - dove il 30 giugno 1908 l’esplosione di un corpo cosmico distrusse 2.000 km2 di foresta – e poi nel deserto del Sahara, in Siberia e in Australia. Ha pubblicato circa 200 articoli su riviste specialistiche internazionali ed è membro della Commissione 15 dell’International Astronomical Union e della Division of Planetary Sciences dell’American Astronomical Society. Collabora con il quotidiano “La Stampa”, il mensile “le Stelle” e l'edizione online di “Focus”. Nel 2000 ha ricevuto la “Targa Giuseppe Piazzi” e nel 2009 il premio “GalHassin”. Nel 1986 l’International Astronomical Union ha assegnato all’asteroide 3247 il nome “Di Martino”.

Osservate da secoli, le comete sono gli oggetti più spettacolari del cielo ma soltanto di recente siamo riusciti a delineare uno scenario della loro origine ed evoluzione. Gran parte delle conoscenze attuali si deve a missioni spaziali che hanno osservato da vicino questi astri imprevedibili ed effimeri.
E’ raro poter vedere ad occhio nudo una cometa, ma nelle prossime settimane forse avremo questa fortuna. La cometa ISON, infatti, il 28 novembre transiterà a poco più di un milione di km dal Sole (circa 3 volte la distanza Terra-Luna) e, anche se rischia di essere vaporizzata dal calore della nostra stella, non mancherà di stupirci.
Nell’attesa, è interessante imparare qualcosa su questi astri: la loro provenienza, la possibilità che si scontrino con la Terrae che in un passato remoto abbiano portato sul nostro pianeta gli elementi necessari allo sviluppo della vita. Si parlerà inoltre della missione spaziale “Rosetta”, che nel 2014 accompagnerà una cometa nel suo viaggio verso le regioni interne del sistema solare e poserà sul suo nucleo un laboratorio chimico robotizzato.
Sarà anche l’occasione per esaminare quasi in diretta il comportamento della cometa ISON durante il suo rischioso passaggio radente al Sole, sperando che non faccia la fine di Icaro.

La conferenza si terrà presso l’auditorium della Fondazione Ferrero di Alba, con ingresso da Strada di mezzo 44. Per partecipare occorre ritirare i biglietti d’ingresso, gratuiti e fino ad esaurimento dei posti, presso:
ALBA: Fondazione Ferrero, via Vivaro 49 - Biblioteca Civica, via V. Emanuele 19 - Enolibreria I Piaceri del Gusto via V. Emanuele 23/A - Libreria Zanoletti via Cavour 5/B.
BRA: Libreria Crocicchio, via F.lli Carando 8.

Per informazioni: 0173 295259 info@fondazioneferrero.it

07-11-2016

EINSTEIN E BALLA. QUANDO LA SCIENZA ISPIRA L'ARTE

EINSTEIN E BALLA. QUANDO LA SCIENZA ISPIRA L'ARTE

VENERDI 11 NOVEMBRE

leggi di piu'

26-10-2016

CONFERENZA MEDICA: LA PREVENZIONE DEI TUMORI E L'USO DI ALCOL E TABACCO

CONFERENZA MEDICA: LA PREVENZIONE DEI TUMORI E L'USO DI ALCOL E TABACCO

GIOVEDI' 3 NOVEMBRE

leggi di piu'

01-06-2016

COME VIVREMO NEL 2050

COME VIVREMO NEL 2050

Venerdì 10 giugno 2016, ore 21 Centro Ricerche Pietro Ferrero (via P. Ferrero 19, Alba-Cn)

leggi di piu'

24-05-2016

CONFERENZA MEDICA : LA SCLEROSI MULTIPLA

CONFERENZA MEDICA : LA SCLEROSI MULTIPLA

Ciclo di Conferenze mediche 2016 Giovedì 26 maggio, ore 21

leggi di piu'

23-05-2016

Giornata per la Ricerca 2016

Giornata per la Ricerca 2016

Alla Fondazione Ferrero di Alba la quinta edizione del Premio “Giovanni Paolo II”

leggi di piu'

tutti gli appuntamenti

2017

gennaio

febbraio

marzo

aprile

maggio

giugno

luglio

agosto

settembre

ottobre

novembre

dicembre