IL NIDO

Tra le opportunità offerte agli anziani, c’è quella di partecipare ad alcune attività previste nel piano educativo del nido Ferrero. Inaugurato nel 2009, progettato con l’obiettivo della massima sostenibilità ambientale, dotato di una cucina interna che usa prodotti freschi, biologici, a km zero, legati alla stagionalità, il nido è prima di tutto un luogo al servizio dei bambini, in cui si osserva e si stimola la crescita e l’apprendimento, si pongono le basi per ampliare le sfere di esperienza, le relazioni, le potenzialità e le diversità di ognuno. Tra gli scopi, c’è certamente quello di fare dell’asilo un luogo di incontro, informazione, formazione e confronto per educatori e genitori e creare un “sistema famiglia”, promosso e stimolato dall’integrazione e dallo scambio generazionale. Ogni figura impegnata al nido agisce per il benessere dei bimbi senza invadere lo spazio di vita in cui ogni soggetto è lasciato libero di acquisire coscienza di sé per potersi esprimere e conquistare sicurezza. Le esperienze vissute con i nonni, gli anziani della Fondazione Ferrero, stimolano i bambini a raggiungere e sviluppare una più facile autonomia relazionale ed affettiva. Sono vissuti con distensione e grande attesa i momenti in cui con i nonni si preparano torte e biscotti, si confezionano piccoli addobbi e giochi legati alle feste, si cura l’orto e si raccontano favole e filastrocche.

«Il progetto di un asilo nido aziendale che potesse offrire sostegno ai dipendenti e, in generale, agli albesi, stava a cuore a tutta la mia famiglia. Vederlo realizzato, saperlo in attività tutti i giorni, poter osservare i bambini che giocano, che si divertono, che si impegnano nei laboratori, che crescono giorno dopo giorno stimolati dalle attività e protagonisti della propria crescita, infonde gioia ed è motivo di grande soddisfazione. La professoressa Maria Rita Parsi, a settembre del 2009 in occasione dell'inaugurazione dell'asilo disse : "Il nido" Ferrero sembra progettato da una mamma e da un papà attenti, creativi, fantasiosi, competenti, rispettosi di materiali "naturali" e desiderosi d'essere costantemente presenti nella vita dei loro figli". E' proprio quello che desideravamo realizzare: un luogo "familiari", dove poter vivere in continuità con la propria famiglia, poter coltivare legami e relazioni, e in cui trovassero spazio anche gli Anziani della Fondazione che, con la loro presenza rispettosa e la loro saggezza, sanno trasmettere il testimone delle tradizioni»

                                                                                                                Maria Franca Ferrero


Il progetto del nido Ferrero ha dato origine ad una pubblicazione a cura di Battista Quinto Borghi e Beatrice Tobruk : Crescere insieme. "Il nido" Ferrero, storia di una esperienza (Edizioni Junior 2013)
www.edizionijunior.com